Reattori ad alta temperatura in Giordania

La Giordania ha firmato una lettera di intenti con una start-up USA per la valutazione della tecnologia HTGR per un reattore nucleare da costruire entro il 2030. L’azienda americana (X-Energy) propone un reattore compatto, raffreddato ad elio, con caratteristiche simili ai sistemi HTGR sviluppati negli anni 70 in Sudafrica, USA e Germania. Il reattore è infatti alimentato da combustibile arricchito contenuto in sferette di carbonio pirolitico (TRISO, TRistructural ISOtropic): un nocciolo di uranio, che è rivestito con tre strati di carbonio pirolitico e uno strato di carburo di silicio. Questi rivestimenti incapsulano tutti i radionuclidi in ogni condizione operativa.

L’architettura proposta da X-energy si adatta bene allo scenario Giordano, che necessita di energia a basso costo, alta sicurezza e dove le risorse idriche sono scarse. X-Energy è anche impegnata nella realizzazione presso il laboratori ORNL di un impianto per la fabbricazione di combustibile TRISO per i futuri reattori avanzati.

Questa voce è stata pubblicata in 4TH GENERATION, HTGR, NEWS. Contrassegna il permalink.